Biografia

Riccardo D’Avino scrive e canta canzoni leggere, ma che fanno riflettere, ascoltabili eppure ricercate.

Dopo la pubblicazione di diversi demo e singoli, nel 2015 pubblica il suo primo album “Ritorno al silenzio”, prodotto da Daniel Bestonzo (già tastierista ed arrangiatore per Eros Ramazzotti, Red Canzian, Annalisa, Marco Carta, Dente).

Nel 2018 pubblica l’EP “Presa d’incoscienza”. Registrato e prodotto da Andrea Fusini al Fusix Studio, il disco ha visto la partecipazione del batterista Igor Dezzutto (Baustelle, Il Volo, Katia Ricciarelli), del chitarrista Stefano Torchio e del bassista e tastierista Massimiliano Golisano.

Tra i suoi maggiori traguardi, Riccardo può vantare la partecipazione alla finale del Premio Augusto Daolio 2008, alle semifinali del Festival di Castrocaro 2012, alle finali del premio Senza Etichetta 2016 (giuria presieduta dal M° Mogol), alla finale del Sanrito Festival 2019 e alle semifinali di Arezzo Wave 2019.

E’ stato uno degli artisti protagonisti del festival “Wanted Primo Maggio” 2019, sul palco dell’Hiroshima Mon Amour di Torino.

E’ stato inoltre invitato a cantare il suo brano “Tutto nel mio nome” alla rassegna “Targa 100 Passi” 2018, svoltasi a Riccione (RN) ed organizzata da Radio Aut in memoria di Peppino Impastato e a favore della legalità e della lotta alle mafie.

Ha aperto concerti e condiviso il palco con artisti come KuTso, Endrigo e Luigi Mariano.